Fiori in Trasferta

Fiori in Trasferta

Con tutte le mie bottigliette, i miei vetri, i miei contenitori di latta e i miei cocci, sono partita per una giornata di fiori in trasferta, un’occasione speciale per alcuni miei amici e per il loro B&BFonte dell’Vsignolo a Ronciglione.
Di questo luogo amo la filosofia che corre visibile come un filo rosso a legare l’architettura e la cucina in una ricercatezza fatta di sostenibilità, passione, cura per i particolari, amore per il passato e insieme per l’innovazione, accoglienza e gentilezza.

Fuori un cortile delizioso, con accanto un giardino d’inverno, una distesa di ulivi e noccioli, un roseto, uno stagno con i fiori di loto.
E’ in mezzo a questa natura meravigliosa che ho preparato i miei fiori, nel vano attrezzato con il forno a legna che è diventato per me un temporaneo, bellissimo, piccolo laboratorio.
E’ stato magico comporre qui.. sentivo tutta l’energia viva di questo posto accompagnarmi in ogni movimento. Alte vibrazioni, alta ispirazione.
Lupini, Dalie, Peonie, Camomilla, Carciofi, Lisianthus, in più l’ulivo e alcune rose garden locali a Km Zero che ho potuto raccogliere io stessa!

Avevo tre ambienti diversi da arredare con i fiori:

Le prime composizioni che vedete, l’allestimento con le bottiglie (la mensola di giugno) e “l’anfora fiamminga” (come fiamme accese palpitano), sono andate nel corpo centrale ad arredare il salotto.
Qui, volendo valorizzare la peculiarità e la bellezza del muro scuro, l’atmosfera che avevo voglia di ricreare era proprio quella di alcuni quadri: romantica, poetica, decadente.

 

 

Il secondo vaso più minimalista, con le linee disegnate da more, ulivo, peonie, rose e dalie, è andato invece a impreziosire in maniera discreta la camera da letto:


..Per la casetta in stile Country.. Camomilla e Carciofi!

Partendo dall’arredamento, ho cercato di mettere in vaso un po’ della campagna con la sua indomabile bellezza (Camomilla, Carciofi, Panicum, Ulivo). La Composizione più grande per il tavolo interno, mentre per l’esterno, sotto il meraviglioso pergolato di glicine, una coppia di vecchie tazze in latta di misure diverse (Foto in alto).

Più informali i fiori per la colazione nel centrotavola componibile di vasetti riciclati in vetro firmati Retroflora per il tavolo nel cortile 🙂 serviti su una padella vintage smaltata di blu! (Foto in basso).

Per finire all’entrata, su una scrivania, un piccolo decoro (a destra) in un contenitore che amo, un cigno forse, ma a me piace pensare sia un drago, che ha un bellissimo morbido andamento e un colore che racconta il suo tempo, dove ho messo le rose colte in giardino.

Riproduzione Vietata



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *